Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Tabella dei Contenuti

Tra le tante forme di acne, quella di tipo cistica si rivela spesso come la più complessa da trattare. Parliamo di un problema che tende a esordire tipicamente in giovane età e che può svilupparsi in una serie di infiammazioni piuttosto gravi dei tessuti della pelle, in zone sensibili come il volto, il collo e le spalle.

Inutile sottolineare come questo problema possa incidere in maniera piuttosto importante sulla salute psicologica di un adolescente, dato che questa patologia tende a presentarsi principalmente in soggetti che hanno superato i 12-13 anni di età.

Esistono differenti forme di acne e tra queste è utile ricordare:

  • acne cistica
  • acne rosacea
  • acne allergica
  • acne tardiva

Sono tutte forme che vengono riconosciute in maniera piuttosto semplice poiché tendono a presentarsi generalmente come un’infiammazione del follicolo pilifero, ma la natura dell’acne cistica è generalmente differente rispetto alle altre.

L’acne cistica e come prevenirla

Questa forma di acne, considerata la più grave, tende a costruire una sorta di tappo tra il serbatoio di sebo e la superficie cutanea. In questo modo risulta piuttosto complessa l’eliminazione autonoma di questo tipo di acne. Il periodo di sviluppo, differente rispetto a quelle più classiche, in molti casi si presenta tra i 20 e i 30 anni di età.

Si tratta di una condizione che può assumere un carattere di importanza piuttosto elevato in quanto può svilupparsi in formazioni cistiche di dimensione piuttosto variabile, con un’evidente aumento della capacità infiammatoria per i tessuti.

Esistono una serie di metodi che possono essere utili in determinati casi per la prevenzione di questo fenomeno fastidioso e che possono rappresentare un modo utile di evitare complicazioni per persone sensibili a questo tipo di eruzione cutanea. Tra questi è utile elencare:

  • l’utilizzo di detergente non schiumogeno
  • l’utilizzo di prodotti non aggressivi per la pelle
  • il moderato utilizzo di creme solari
  • indossare tessuti non irritanti per la pelle
  • favorire l’utilizzo di prodotti a base minerale

Alcuni di questi consigli possono definitivamente risolvere il problema, ma è una valutazione che va fatta attraverso il consulto di un esperto dermatologo, in considerazione del fatto che i casi di acne cistica più gravi possono richiedere altri interventi di tipo farmacologico.

Questo tipo di trattamento richiede solitamente molto più tempo nell’applicazione rispetto a quelli che possono essere gli accorgimenti relativamente alla prevenzione dell’acne cistica, ma generalmente consente di ottenere un risultato più efficace nel lungo termine.

È indispensabile ricordare che ogni intervento farmacologico deve essere valutato con precisione da un esperto dermatologo, in quanto in molti tipi di farmaci sono comprese controindicazioni che potrebbero rappresentare un problema per i soggetti più sensibili, soprattutto per quanto riguarda i livelli di sostanze tossiche che, con un uso sconsiderato del prodotto, potrebbero produrre effetti collaterali indesiderati in molti individui.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i servizi del Centro Esculapio Lucca

Potresti trovare interessanti anche:

9 domande frequenti sulla contraccezione

9 domande frequenti sulla contraccezione

Il metodo più sicuro come minor rischio gravidanza è la contraccezione ormonale, pillola, anello o cerotto, che ha una percentuale…
Respiro affannoso: da cosa dipende?

Respiro affannoso: da cosa dipende?

Il respiro affannoso, chiamato anche dispnea, è la spiacevole sensazione di fare fatica a respirare. Il paziente manifesta e descrive…

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatto rapido

Orari del centro