Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Tabella dei Contenuti

I maschi italiani ormai conoscono bene la figura professionale del medico specialista in andrologia ma si rivolgono a lui, generalmente quando insorge un problema sessuale o difficoltà ad ottenere una gravidanza nella compagna.

Molti uomini pero’ ignorano che il benessere sessuale ed una buona fertilità richiedono una giusta prevenzione. Buona parte delle cause di infertilità maschile o di patologie della sessualita’ sono innescate da problemi già presenti in adolescenza, basti pensare al varicocele , alle malformazioni genitali anche di modesta entità , a condizioni di cattivo posizionamento dei testicoli alla nascita, etc etc. La diagnosi e la cura precoce di queste condizioni in giovane età sono risolutive ed evitano costi futuri in termini di salute , benessere psicologico ed anche economici per la Sanità pubblica e privata.

La prevenzione corretta deve iniziare durante la prima adolescenza, quando i ragazzi escono dalla fase di assistenza pediatrica. In assenza di problematiche particolari , è utile un secondo controllo tra i 18 e i 25 anni mirato sopratutto alla valutazione della fertilità. Altro momento utile di prevenzione sono i 50 anni, non solo nell’ottica di sorvegliare le fisiologiche modificazioni dell’organismo maschile con attenzione particolare alle patologie piu’ frequenti – si pensi ad es. alle malattie prostatiche – ma anche nella visione piu’ moderna di ritardare l’invecchiamento preservando il piu’ possibile un completo benessere psico-fisico negli anni a venire.

Dott. Paolo Giorgi

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i servizi del Centro Esculapio Lucca

Potresti trovare interessanti anche:

9 domande frequenti sulla contraccezione

9 domande frequenti sulla contraccezione

Il metodo più sicuro come minor rischio gravidanza è la contraccezione ormonale, pillola, anello o cerotto, che ha una percentuale…
Respiro affannoso: da cosa dipende?

Respiro affannoso: da cosa dipende?

Il respiro affannoso, chiamato anche dispnea, è la spiacevole sensazione di fare fatica a respirare. Il paziente manifesta e descrive…

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatto rapido

Orari del centro